inguineMAH!gazine #2

Open publication - Free publishing - More comics

IL SILENZIO

In una conversazione in Sicilia è stato detto:

ALBERTO – Nel mondo ci sono molti silenzi: quando uno studia, o si addormenta, o si vuole stare zitti, 
o anche essendo sordi.

AMICO – Il silenzio in cui ascolti Bach o leggi un libro di poesie.
Il silenzio com’è ora sulla luna.
Il silenzio della concentrazione.
Il silenzio della morte.

ANNAMARIA – Ci sono silenzi diversi in diversi momenti. 
Il silenzio della solitudine, della paura.
Il silenzio di riflessione.
Il silenzio perché non si trova nulla da dire.

GIOVANNA – Di dolore, di rabbia di tristezza, di noia, di malinconia. […]

VITO – I silenzi che esistono possono essere infiniti, coma ha detto Daniela: i silenzi estremi sono il silenzio quando si è chiusi in se stessi e il silenzio dell’amore.

LIBERA – Certi professori sono soliti dire “ragazzi, silenzio di tomba”. Può esistere anche il silenzio di sopportazione, di compatimento. Può essere voluto o imposto. Può essere ricerca di se stessi. Umiliazione, o sentirsi superiori di fronte agli altri. Di persone che non hanno coraggio dei propri pensieri.Può essere non dire il vero necessario, per cui in certi casi è mentire.Può essere il momento in cui l’uomo riesce ad esprimere il meglio di sé, o mancanza di energia.Non parlare e dire tante cose, viceversa parlare e non dire niente.Può esistere il silenzio di quando ci si trova davanti alle tombe di uomini come Ghandi o Gesù.

DANILO – C’è anche il silenzio di chi striscia nascondendosi nei buoi per saltare addosso a uno per strangolarlo.
C’è il silenzio dei mafiosi che nei paesi e nelle città tramano per parassitare e dominare segretamente.
Il silenzio di quei politici che nelle nazioni e nei continenti tramano per parassitare e dominare segretamente.
Il silenzio di chi odiando aspetta il momento per colpire.
Il silenzio di chi cerca di “ammazzare il tempo” fumando o leggendo fumetti fessi.
E c’è il silenzio in cui si guardano e si vedono per la prima volta la mamma e il bambino che ha in braccio.

Il silenzio di due innamorati che si abbracciano.
Il silenzio di chi si perde e ritrova guardando le stelle in una notte senza luna.
Il silenzio di chi vuol sentire crescere in sé la musica e la poesia. Il silenzio di chi meditando cerca di scoprire il senso della vita.
Il silenzio di chi ha avuto un dolore e ricerca in sé il senso di questo dolore e come superarlo.
Il silenzio di chi pensa come organizzare il futuro, di chi lavora per creare un nuovo futuro.

D. Dolci, Quali diversi silenzi possono esistere? in Chissà se i pesci piangono. Documentazione di un’esperienza educativa, Torino, Einaudi, 1973, pp. 126-128


INGUINE MAH!GAZINE #02 – anno 1  2003

Inguine mah!gazine in questo numero : max andersson & lars sjunnesson: 2/12 * giuseppe palumbo: 13/22 * last gasp / cris lanier: 23/25 * design radar: 26/27 * gianluca costantini: 28/33 * james kochalka: 34/41 * paper resistance: 42/48

Max Andersson & Lars Sjunnesson || Traduzione: Cristina Pagani e Giuditta De Concini – Lettering: Lorena Rubbiani.
James Kochalka || Traduzione: Smoky Man – Lettering: Roberto Ledda.
Chris Lanier || Traduzione: Micheal Jurkat e Alessandra Donato – Lettering: Flavio Boretti.

Grazie a: Mimmo Manes, Carlo Branzaglia, 72dpiZine, Nowhere.it, Dino Erba, Associazione Illustratori Milano,PioggiaAcida, Komix.it, Crezine.com, Lospaziobianco.it, Teknemedia.it, Acidlife.com, Drawingblog, L’Eternauta Ravenna,Lorenzo Canova, Sergio Nazzaro, Festival Conchiglia (Mantova), Bagno Hana-bi (Marina di Ravenna), Kufia, Exibart.com,Jacklamotta, URBAN, EssEndEmme, Marco Teatro, Omar Martini, Pepita Promoters, Squaz, Alessandro Baronciani, Ratigher,Marco Carlini, Gianluca Roncaglia, Andrea Plazzi, Stefano Giaccone, Agipunk.com, Maicol e Mirco.

Hanno collaborato: Design(Radar, Giovanni Barbieri, Giuseppe Palumbo, Wilma DRK, Chris Lanier, Max Andersson, Lars Sjunnesson, James Kochalka, Smoky Man (ultrazine.org), Serena Simoni.
Copertina Gianluca Costantini || Quarta di copertina Wilma DRK


Tag:, , , , , , ,